Problemi più frequenti di un box doccia

State ristrutturando il bagno e siete indecisi se acquistare una vasca oppure un box doccia? Volete sapere quali sono i problemi più frequenti di un box doccia? Se questi sono i vostri interrogativi, con questo articolo cercheremo di dare un risposta.
La prima cosa da valutare è lo spazio a vostra disposizione. Se nel vostro bagno vi è abbastanza spazio, allora potete anche pensare di montare entrambe le soluzioni, altrimenti dovrete fare una scelta, non solo in termini di misure ma anche in termini di qualità.
Le prime domande da porvi sono le seguenti: cosa mi sarà più utile? E quali sono i problemi e i vantaggi a cui andrò incontro se acquisto un box doccia?
Praticità del box doccia
Se immaginiamo un box doccia, il nostro primo pensiero (inevitabilmente) va a Giorgio Mastrota, divenuto ormai famoso per le televendite proprio legate a questo accessorio. È infatti impossibile non immaginare lui che scelta farebbe. E voi, preferite la comodità di una vasca da bagno oppure la praticità di una cabina doccia?

cabina-doccia-preziosa
Per risolvere questo http://www.cheapjerseysgo.com dilemma, ragioniamo in termini di costi: quanti litri d’acqua dovreste consumare per fare un bagno in vasca? Sicuramente molti di più rispetto ad una doccia!
Ed in termini di benessere? Molti pensano che il bagno sia più rilassante, ma in realtà anche la doccia, se fatta bene e senza fretta, rappresenta uno dei piaceri quotidiani a cui è difficile rinunciare.
Senza considerare che fare la doccia è anche più tonificante, più rinfrescante (soprattutto d’estate) ed anche la pulizia del corpo è maggiore rispetto al bagno in vasca.
I problemi di un box doccia
Questi potrebbero essere tutti punti a favore del box doccia, ma così come dicevamo all’inizio, anche per il box doccia ci sono degli svantaggi, ovvero delle problematiche frequenti che si potrebbero verificare.
Volete sapere quali sono?
1. La muffa dal muro: oggi giorno, considerando le misure ridotte degli alloggi moderni, vi è sempre più una presenza di box doccia nei bagni. Di solito questi sono montati in posizione angolare, sfruttando le due pareti. In primo problema da affrontare è proprio la rimozione della muffa che si forma su queste pareti a causa dell’ambiente caldo-umido che si viene a creare.
2. La manutenzione: dopo alcuni anni dal montaggio del boxdoccia, il calcare e le muffe si diffondono anche fra le pareti del box e nelle giunture. Mantenere puliti questi posti è davvero impegnativo e spesso risulta impossibile da realizzarlo in maniera totale.
3. Perdite d’acqua dal piatto doccia: dopo alcuni anni , la siliconatura che sigilla il box doccia potrebbe rovinarsi e addirittura consumarsi; ciò comporta delle infiltrazioni d’acqua che dal vano doccia finiscono sul pavimento.
Ovviamente per ognuno di questi problemi, vi possono essere delle soluzioni. Se avete deciso di montare un box doccia, allora il mio suggerimento è :
1. Scegliere un box doccia con le giuste misure e possibilmente con profili in acciaio e materiale PVC (più facile da pulire e meno delicato del cristallo o vetro);
2. Utilizzare siliconi antimuffa per montare il box doccia;
3. Per rimuovere le incrostazioni calcaree non usate prodotti chimici aggressivi, ma utilizzate l’aceto, che ha un elevato potere solvente, senza rovinare l’aspetto della superficie.

Comments are closed.